Andrea Cozzolino | Europarlamentare e responsabile del Dipartimento Coesione Territoriale PD
Andrea Cozzolino | Europarlamentare e responsabile del Dipartimento Coesione Territoriale PD

Category: Covid

Il Covid ci ha fatto riflettere su salute e ambiente. Quando cominceremo a parlare di lavoro?

Il Covid ha imposto una seria riflessione su tanti temi di fondo: dalla salute, all’equilibrio ambientale, dalla conciliazione tra libertà individuale e sicurezza collettiva, ai modelli economici e politici.

Poco spazio ha avuto un fattore cruciale: la remunerazione e valorizzazione del lavoro. La foto dell’infermiera crollata per la stanchezza ha fatto il giro del mondo. Un’infermiera guadagna qualche migliaio di euro scarsi al mese.

Sui mercati finanziari una cifra che si raccoglie in centesimi, a volte millesimi di secondi. A pochi giorni dall’apertura delle scuole quando il lavoro dell’insegnante è al centro della scena. Pagati molto meno della media europea, spesso dimenticati, nelle loro mani c’è la strategica crescita del capitale umano del nostro Paese, i nostri figli.

Si assiste a una strana ambivalenza. Le resistenze al sottoporsi, presunte o reali che siano, alla siero-rilevanza e la conseguente proposta di renderli obbligatori. La indisponibilità a tornare in classe sulla base della ″fragilità ″ di salute. Questo scenario sembra rimandare un’idea di irresponsabilità verso il Paese.

Dall’altro lato ogni giorno, in ogni parte del Paese si tocca con mano lo sforzo che tantissimi operatori della scuola stanno facendo per riabbracciare i nostri ragazzi. Quest’anno il ritorno in classe mette sulle spalle del corpo docente un’enorme responsabilità di elaborare insieme agli allievi quanto è accaduto.

Non è tempo di sotterfugi. L’Italia si deve stringere tutta intorno ai nostri insegnanti e far sentire loro la concreta, pratica, emotiva, piena solidarietà e incoraggiamento. Non sarà facile. Nei giorni del lockdown, le commesse dei supermercati, gli autotrasportatori, le forze dell’ordine, i tecnici delle reti, per non parlare dei medici e degli infermieri, nonché gli stessi  insegnanti hanno tutti dato una straordinaria prova di sé.

Adesso c’è una nuova sfida. La nostra Costituzione è basata sul lavoro. È bene se lo ricordino tutti. I lavoratori italiani hanno saputo aiutare il proprio Paese ad affrontare questa pandemia. È bene che altri facciano la loro parte.

Read More